Sezione: Mobilità & Traffico

In questa pagina trovate una prima bozza del “Programma dei cittadini di Brescia” riguardante il settore Mobilità e Traffico. Vuole essere un punto di partenza. Attraverso le vostre idee, che segnalerete inserendo un commento qui sotto, prenderà forma la versione definitiva del “Piano di mobilità sostenibile per la città di Brescia” che sottoporremo all’attenzione dei candidati sindaco.

“Piano di mobilità sostenibile per la città di Brescia”

Chiediamo alla prossima amministrazione comunale di dedicarsi alla mobilità sostenibile nella nostra città applicando il seguente piano:

1. Analisi della domanda di mobilità ciclabile e di altre soluzioni per una mobilità sostenibile (car sharing, car pooling) nella città di Brescia tramite sondaggi strutturati da esperti e affidati ad associazioni indipendenti impegnate nella promozione della ciclabilità urbana (ad esempio: Associazione “Amici della bicicletta – Corrado Ponzanelli”, “Bybike” e “ricomincio in bici”).

2. Analisi dell’offerta di mobilità ciclabile a Brescia, affidata ad associazioni indipendenti impegnate nella promozione della ciclabilità urbana (ad esempio: Associazione “Amici della bicicletta – Corrado Ponzanelli”, “Bybike” e “ricomincio in bici”) per mettere in luce le criticità dell’offerta di infrastrutture e servizi per la mobilità ciclabile già esistenti, in fase di realizzazione o in fase di progettazione, in modo da riuscire ad offrire una mobilità ciclabile allargata ed efficiente. L’analisi dovrebbe basarsi su sopralluoghi su tutta la rete ciclabile esistente e progettata, ed eventualmente proposta e attraverso una documentazione fotografica organizzata per percorsi, che metta in evidenza lo stato di fatto, l’analisi critica e le proposte per migliorare.

3. Approfondimenti e valutazione dell’analisi della domanda e dell’offerta affrontate ai punti precedenti e definizione degli interventi tramite incontri periodici tra tecnici comunali, associazioni indipendenti impegnate nei progetti e semplici cittadini interessati.

4. Formulazione di una strategia di massima per la comunicazione “di accompagnamento” a quanto si realizzerà o si programmerà nei tavoli di lavoro tra Comune, Associazioni e cittadini, focalizzata sui risultati dell’analisi della domanda di ciclabiltà e di mobilità sostenibile a Brescia, utile anche a “fare cultura, ovvero a creare un clima favorevole per l’uso della bici. A titolo di esempio si possono prevedere un logo e un design dedicato per tutto ciò che riguarda la mobilità ciclabile bresciana, campagne di marketing con manifesti in città, campagne di poster sugli autobus e diversi spot pubblicitari cinematografici e su internet.

5. Implementazione di un sistema di segnaletica a forte contenuto informativo (con i percorsi ciclabili principali in colori diversi e segnalazione dei punti di interesse principali), per far nascere la percezione che a Brescia esista un vero e proprio sistema di mobilità ciclabile, che ha la stessa importanza e dignità degli altri sistemi di mobilità.

6. Impegno concreto per la messa in sicurezza degli attuali percorsi ciclabili tramite barriere fisiche di protezione dal traffico automobilistico e per rendere impossibili gli incivili parcheggi su tali piste (come successo ad esempio per la pista ciclabile di Viale Bornata) e obbligo di costruire i futuri percorsi con tali protezioni.

7. Conferma dei progetti approvati dall’amministrazione uscente di bikesharing “Bicimia e di punto noleggio aperto tutto l’anno presso la nuova pensilina biciclette della stazione FS di Brescia.

8. Progettazione di un sistema di Car Sharing e di Car Pooling sui modelli già presenti nelle città di Bolzano, Torino e Milano.

9. Creazione di un sito unico di riferimento (con logo e nome ipotizzati al punto 4) del “Piano di mobilità sostenibile per la città di Brescia” organizzato in modo da ricevere le opinioni e i suggerimenti dei cittadini in un’ottica di partecipazione della cittadinanza alle scelte dell’assessorato alla mobilità del Comune di Brescia con mappa della città integrata dove segnalare i problemi della rete ciclabile con fotrografie. Su tale sito dovrà trovare spazio anche il sistema di prenotazione car sharing e del sistema di coordinamento del car pooling con il quale i cittadini potranno segnalare i propri spostamenti e la possibilità di ospitare vicini di quartiere o di percorso nella propria autovettura. Auspicabile che la gestione di questo sito sia, almeno parzialmente, affidata alle associazioni indipendenti impegnate nella promozione della ciclabilità urbana per consentire il costante aggiornamento e monitoraggio di tale strumento e per abbattere i costi della sua gestione.

10. Incentivare l’acquisto di Taxi ibridi.

11. Nuovo polo logistico “Ex Pietra”: Abbandonare l’idea di far arrivare 600 TIR al giorno in una zona già congestionata dal traffico come quella di via Orzinuovi e consentire l’accesso solo ai treni dai quali le merci saranno trasferite su mezzi elettrici per raggiungere la città.

12. Visita a Groeningen (NL) per studiare le scelte della cittadina olandese (200000 abitanti come Brescia) in campo di piste ciclabili e richiesta di collaborazione per condividere esperienze e best practice, magari instaurando un rapporto di gemellaggio tra le due città.

Pubblicate i vostri commenti! E se riscontrate problemi, scrivete a: grillo.meetupbrescia@gmail.com

Annunci